UGG: gli stivaletti della discordia

ugg
Credits: ugg.com

Le riviste di moda mi offrono spesso degli spunti di riflessione. Stavolta lo spunto mi viene da Elle, dove ho letto l’articolo Stivali UGG: o li ami o li odi, i Vip li amano!. Essendo questo post inserito nella categoria “Cose che dovrebbero essere di moda ma non sono per niente d’accordo”, non dovreste faticare a capire quale sia la mia posizione verso questi stivaletti.

L’articolo di Elle ci informa anche del fatto che il creatore degli UGG scelse questo nome in quanto abbreviazione del termine “ugly”. Cioè brutto. Lui lo sapeva, mentre li creava già lo sapeva. E nonostante tutto ce li ha rifilati lo stesso.

Lo so, scagliandomi contro gli UGG mi attirerò l’ira di molte di voi, sono amatissimi da molte e non faccio fatica a capire il perché. Sulla loro comodità non si discute. E anche sul fatto che aiutino a mantenere i piedi al caldo. Però amiche, dopotutto abitiamo in Italia, non al polo Nord, possibile che non ci sia una valida alternativa a questa calzatura pelosa ed informe? Non fraintendetemi: non vado certo in giro a gennaio con decolleté tacco 12, anzi la comodità quando si tratta di scarpe è fondamentale.  Ma c’è una cosa che non riesco a perdonargli.

La definirei la “sindrome della gamba mozzata” e ne soffro da sempre. Per colpa di questa sindrome rifuggo come la peste tutto ciò che rende ancora più tozza la mia non già slanciata gamba. Se seguite questo blog saprete che già in passato mi sono scagliata contro calzature che attentano alla salute delle nostre gambe (tipo le Sneaker Wedges).  Gli UGG non sono certo da meno, indossateli poi con un paio di pantaloni un po’ larghi, una maglione un po’ lungo e il gioco è fatto, la gamba scompare.

UGG: il look delle celebs

Ora, se una gnocca stratosferica come Sofia Vergara viene penalizzata dagli UGG, io due domande me le farei. Certo, pure il piumino gigante non aiuta.

ugg-celeb
Da sinistra: Sofia Vergara, Busy Philips, Kaley Cuoco. Credits: Elle.it
Da sinistra: Sarah Jessica parker, Anna Faris, Britney Spears. Credists: Elle.it, Pinterest.
Da sinistra: Sarah Jessica parker, Anna Faris, Britney Spears. Credits: Elle.it, Pinterest.

UGG: i casi in cui, dopotutto, non sono così male

Visto che io sono una persona onesta, devo ammettere che in alcuni casi l’effetto Ugg non è totalmente da appoggiare. Bisogna però ricordare che io non ho le gambe di Gisele Bundchen.

Da sinistra: Nicole Scherzinger, Gisele Bundchen, Sofia Black. Credits: Elle.it
Da sinistra: Nicole Scherzinger, Gisele Bundchen, Sofia Black. Credits: Elle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *