Oscar 2016: il meglio e il peggio

Come tutti gli anni in questo periodo, ieri sera sono stati assegnati i premi Oscar 2016 a Los Angeles. La differenza però rispetto alle edizioni passate è che stavolta Leonardo di Caprio ne ha finalmente vinto uno. Il mondo tira un sospiro di sollievo e può tornare ad occuparsi di conflitti, terrorismo e, nel nostro caso, di come erano vestite le star sul tappeto rosso. Perché noi questo sappiamo fare.

Stavolta ho scelto 5 tra le migliori e 5 tra le peggiori. Quando si parla di Oscar c’è molta carne al fuoco. Partiamo con i migliori, dai.

Il meglio

Daisy Ridley

La giovane attrice dell’ultimo episodio della saga di Star Wars ha puntato su un modello di Chanel dal taglio semplice ma preziosamente decorato. Unico appunto: non mi fanno impazzire le scarpe, trovo che abito e gioielli provvedano a farla luccicare a sufficienza.

Daisy Ridley Oscar 2016

Olivia Wilde

Ha scelto un abito di Valentino che in tutta verità poche donne potrebbero portare con tanta naturalezza. Ma fintanto che la gravità non interviene è meglio approfittarne. Adoro la pochette, non altrettanto il gioiello al collo che fa sempre un po’ effetto strozzatura.

Olivia-Wilde-Oscar-2016

Lady Gaga

Ultimamente apprezzo sempre più i look di Lady Gaga e non so se sia il caso di preoccuparmi per questo. In realtà ultimamente la nostra Stefani Germanotta si è stufata di abiti eccessivi (non sempre vedi i Grammy Awards) e ha puntato sul glamour senza mai essere banale. Qui sfoggia una creazione di Brandon Maxwell, un po’ abito, un po’ pantaloni con una scollatura de-li-zio-sa.

lady-gaga-2016-oscars

Jennifer Lawrence

Jennifer è ormai una certezza. Il fatto che sia testimonial di Dior e che quindi indossi sempre gli abiti della maison francese probabilmente aiuta. Insomma: è giovane, bella, ha vinto un sacco di premi, si veste bene. Vogliamo proprio trovare qualcosa che non va? La pettinatura. Quella leggera cotonatura non c’azzecca con il vestito. Ma stiamo proprio facendo i puntigliosi…

jennifer-lawrence-oscar-2016

Margot Robbie

Hai nell’armadio un vestito di Tom Ford dorato e paillettoso (se accettiamo petaloso vale tutto, ricordatevene)? Quale occasione migliore degli Oscar per sfoggiarlo? Scherzi a parte, mi piace tutto di questo outfit: il taglio, lo scollo, il fatto che sia dorato, la pochette è perfetta…mi mancano da valutare le scarpe… Scusa Margot, potresti alzare un pochino il vestito?

margot-robbie-oscar-2016

Il peggio

Kerry Washington

Un corpetto in pelle che fa un po’ sado-corazza-motociclista. E una gonna che tenta di donare un effetto leggero all’abito. Non ho capito quali fossero le intenzioni del designer per quest’abito ma posso affermare che comunque non c’è riuscito. E non fatemi parlare dei capelli arruffati.

2016-oscars-kerry-washington

Amy Poehler

Presentarsi alla notte più fotografata al mondo con un caftano con decorazioni ispirate ad un erbolario o un libro di entomologia. Ecco questo è un modo abbastanza semplice per finire tra le peggiori vestite.

amy-poehler-2016-oscars

Rachel McAdams

Ci sono vari aspetti di questo abito che mi provocano irritazione. Per esempio il color abete. Se volete chiamarlo verde bottiglia fate pure, per me è un albero di Natale. Sul rosso del tappeto poi… Oppure l’allacciatura alta sul collo effetto soffocamento, tipo il gioiello di Olivia Wilde qui sopra. O ancora il fatto che non le bastasse lo spacco sul davanti, aveva bisogno anche di una profonda scollatura sulla schiena (non la vedete ma c’è). Ma c’è una cosa, anzi due, che mi fa impazzire: le grinze delle cuciture sul fondo e le pieghe all’altezza dei fianchi. Rachel sto parlando con te: se scegli un vestito in (presumo) seta la prossima volta non sederti. Vedi tu, vai a piedi, prendi un bus, ma per l’amor di Dio, non sederti!

rachel-mcadams-2016-oscars

 

Kate Winslet

Eh, lo so. E’ stato uno shock anche per me. Kate Winslet non ha mai fatto parte di questo gruppo. Eppure. C’è qualcosa che disturba profondamente in questo abito. E quel qualcosa è il tessuto. L’effetto catarifrangente ti impedisce di fissarlo per più di due secondi. E vi dirò di più: quel tessuto è seta e lamè! Incredibile come la seta possa sembrare gomma…

2016-oscars-kerry-washington

Sophie Turner

L’ho definito l’abito insulso. Perché? Il taglio? Insulso. Non basta uno spacco per renderlo interessante. Il colore? Insulso. Forse è grigio, forse bianco sporco. Lo scollo? Insulso. Non è moderno, né sexy. E’ talmente inutile che non ha senso trovare altre parole per descriverlo.

2016-oscars-sophie-turner

Rispondi