San Valentino: 4 cose da (non) indossare

Vi aspettavate un post dedicato all’ outfit perfetto per festeggiare San Valentino, vero? Abitini deliziosi e romantici da sfoggiare al vostro ristorante preferito mentre cenate a lume di candela con il vostro innamorato. Sbagliato! Non scriverò questo post perché non ho alcun interesse verso San Valentino. A meno che non ci sia un cioccolatino in giro, ma questo vale per ogni giorno dell’anno. E poi quando mangio voglio vedere cosa c’è nel piatto, quindi le luci soffuse a cena sono bandite.

Vorrei dedicare invece questo post a quegli indumenti osceni che indossiamo senza vergogna, chiuse tra le quattro mura delle nostre case e che i nostri uomini non dovrebbero mai vederci addosso. Eppure succede. Ogni giorno.

Il pigiamone

Nei film e nelle riviste di moda le donne per andare a dormire indossano sexy sottovesti in seta; nella vita reale noi donne ci chiudiamo dentro un’armatura di pile o poliestere, decorati con orsetti o teneri gattini. Il pensiero di infilarci nel letto gelido solo con una misera sottoveste ci fa dimenticare ogni velleità sexy.

pigiamone Bridget Jones

Le ciabattone

Altro che ciabattine con tacchetto e piume di struzzo. Nonostante abbiamo passato l’adolescenza da parecchio, alle ciabatte “simpatiche” non rinunciamo. Inutile dire che sono il complemento perfetto del pigiamone qui sopra.

ciabatte simpatiche
Queste in effetti sono molto belle. E sono pure riscaldabili!

La tuta

Avete presente le pubblicità americane degli anni ’50 con protagoniste le casalinghe? Ritraevano donne vestite di tutto punto, tacchi compresi, anche mentre sfornavano torte o pulivano il bagno? La realtà è ben diversa. Una volta rientrate a casa ci liberiamo agilmente dei vestiti in cui siamo state costrette tutte il giorno e ci infiliamo in una bella tuta vecchia e sformata con la quale ci vergogniamo persino di andare a buttare la spazzatura.

casalinga anni 50

 

Il mollettone per i capelli

Simbolo della casalinga sciatta, è stato al centro di un caso mediatico qualche anno fa quando Hillary Clinton lo indossò durante un incontro ufficiale. Nonostante il tailleur che le calzava a pennello (per gli standard di Hillary), i gioielli luccicanti, l’unica cosa che attirava l’attenzione non poteva che essere lui: l’orrendo mollettone.

Hillary Clinton mollettone

 

Dopo aver compilato per bene la mia lista è giunto il momento della verità. Queste cose io le ho tutte tranne il mollettone. E non per mancanza di volontà ma semplicemente perché ho i capelli corti. E vorrei che alzasse la mano chi fa le pulizie o chi prepara la cena in tubino e décolleté come fa la Parodi. In fondo però se i nostri uomini sono ancora al nostro fianco nonostante ci aggiriamo per casa struccate, spettinate e coperte da coltri di poliestere, vuol dire che è vero amore, no?

One thought

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *